Telefonate pazze a Villasor.


Di Antonella Soddu

Signori  e signori   9 mila  euro  serviti  freschi, freschi   di giornata  sul  piatto, o meglio  sul conto da pagare  a carico della collettività.

Accade che, al Comune di Villasor, comune amministrato dal Pd,  esempio lungimirante di applicazione della Spendig Review, nei giorni  scorsi   è pervenuto un conto  telefonico  di  9 mila  euro, si  nove mila  euro  tondi, tondi.  ( Cottarelli non sarebbe contento, già vuole  ridurre la spesa per l’illuminazione pubblica ). La  sorpresina, che certo non è da uovo  kinder, arriva  dalla Wind, la società che fornisce il servizio di  telefonia  mobilie al Comune di Villasor. Dice  la Wind – ” ci dovete pagare il conto  telefonico  per due  mesi di servizi e consumi, Dic. 2013 – Gen. 2014″.   La spesa è confermata dalla  determina  di liquidazione n. 61/2014  pubblicata   sul sito  del comune  come prevedere la legge sulla trasparenza amministrativa e, sopratutto, ebbene  sottolinearlo, il Comune di Villasor è palesemente fuori norma, poiché come ente ha l’obbligo di aderire alla convenzione Consip, come fa la maggior parte dei comuni italiani, sardi compresi, ne potrebbero rispondere in solido chi ha sottoscritto questo contratto. Alla determina di liquidazione però qualcuno ha omesso  di allegare gli atti, quali copia  fattura  e prospetto   riepilogativo delle utenze.  Quindi non è dato sapere  a chi siano addebitali   i  9 mila  euro. Amministratori  o Funzionari del Comune ?  Nove mila  euro  in soli due mesi   non son mica bazzecole … eh!!!   Piccola nota; il  25  maggio, in occasione delle elezioni  per il rinnovo  del parlamento europeo,  a Villasor ha spadroneggiato il  M5S,  da sottolineare che  l’attuale amministrazione, Pd,  è in carica  da circa un anno  e mezzo,  il sindaco  è al suo secondo mandato. Dopo il  rinnovo  del mandato, con ampi numeri  contro il rivale  di centro destra è  stato  tutto un susseguirsi  di “disastro politico” – palesato  la prima volta, a pochi mesi dalla sua rielezione – Giugno 2012 –   in occasione delle primarie Pd per scegliere il candidato  Premier  tra Bersani e Renzi, accade che  degli oltre 2 mila  votanti che  hanno decretato la vittoria  alle comunale,  nemmeno  200 vanno a votare  e quelli che ci sono andati hanno votato  per Bersani scatenando l’ira  del Sindaco  diventato nel frattempo  Renziano.  Il secondo  segnale del malcontento dei cittadini arriva in occasione delle elezioni  Governative, qui  si registra il flop del PD, dalle urne, infatti,  l’ha vinta  a larga maggioranza il Pdl.  Il terzo segnale il 25  maggio,  netta vittoria del M5s (  a Villasor   recentemente si è anche costituito  il  gruppo M5S Villasor ). Villasor  è un paese  di vecchia  storia  comunista  per anni amministrata  da  partiti  di  sinistra , tranne la parentesi decennale che ha visto  sindaco  un esponente di An  in coalizione con il centro destra, poi, si  è tornati alla guida del centro sinistra sotto l’ottica del PD. I risultati  di cui sopra  rendono l’idea del malcontento dei  cittadini.  Ultima considerazione, gli sprechi  non sono  quella cosa che avviene solo nei piani alti ? Io lo dico sempre, è dal basso che occorre partire.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...