La bizzarra contraddizione di una città che si definisce turistica – Cagliari


 

Sta  diventando oramai un caso al limite del ridicolo la continua lotta e divergenze di opinioni, o se preferite  d’interpretazione delle normative, la questione  chioschi del poetto. E’ assurdo che una città che si affaccia nel mediterraneo, che si definisce città  turistica, di  turistico  in termini di servizi non offre proprio nulla che catturi  l’attenzione sia dei residenti sardi ma, ancor più dei turisti provenienti da  fuori. Appare anche un insulto alle annose lotte messe in campo dagli operatori  turistici  spinti dal comune desiderio di  far del settore turistico un incremento economico per l’isola già fortemente danneggiata  dall’isolamento dei trasporti da  e per il continente, dalla crescente crisi industriale con chiusure quotidiane, dalla crisi del comporta agricolo/pastorale.  E lecito chiedersi chi si assumerà la responsabilità di questo ulteriore colpo all’economia isolana?

 

 

 

È stato fissato dalla Presidente del Consiglio regionale, insieme ai Capigruppo, per martedì prossimo alle 17 l’incontro con il sindaco per trovare una soluzione positiva sulla questione chioschi.

È stato convocato dalla Presidente del Consiglio regionale, Claudia Lombardo, insieme ai Capigruppo, per martedì prossimo alle 17 nei locali della Presidenza, l’incontro richiesto dal sindaco di Cagliari, Massimo Zedda, per affrontare le problematiche relativa alla permanenza, oltre il termine previsto, dei manufatti temporanei (chioschi bar) nell’arenile del Poetto di Cagliari

LA LETTERA DI ZEDDA – Quella dei baretti è “una vicenda che riguarda l’intera collettività, travalicando le posizioni delle singole parti politiche”. “Per questo – scrive il sindaco Massimo Zedda in una lettera inviata al presidente del Consiglio Regionale Claudia Lombardo – chiedo a lei di promuovere con la massima urgenza un incontro tra l’Amministrazione comunale e i presidenti dei gruppi del Consiglio regionale”. Lo scopo: “Risolvere le problematiche relative alla permanenza, oltre il termine previsto, dei manufatti temporanei (chioschi bar) presenti nell’arenile Poetto di Cagliari”   – Fonte l’unione sarda

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...